tinteggiare le pareti

Il cartongesso, rappresenta da sempre uno dei materiali di costruzione, tra i più diffusi e utilizzati nell’edilizia, grazie al suo basso costo e alla grande versatilità. Costituito da gesso di cava, il cartongesso Milano, è racchiuso da fogli di cartone che fanno da armatura ed è il prodotto ideale per rifinire le pareti e le contro soffittature. Il grande vantaggio di questo materiale, è quello di prestarsi in maniera perfetta per essere verniciato in modo semplice e senza difficoltà, e può essere pitturato allo stesso modo di una parete su cui sono stati fatti intonaci e stuccature. Il cartongesso semplifica quindi il lavoro e consente di finirlo in tempi molto brevi.

Come tinteggiare le pareti in cartongesso

Ma come fare per pitturare il cartongesso Milano e ottenere così dei buoni risultati? Sicuramente è utile rivolgervi a un bravo imbianchino Milano di fiducia, che sa bene come fare il suo mestiere. Senza dubbio un qualsiasi lavoro di verniciatura del cartongesso, incomincia sempre con la pulizia delle superfici da verniciare, ossia le pareti o il soffitto. E’ quindi utile carteggiare a mano o utilizzare una levigatrice orbitale, in questo modo i pannelli ritorneranno lisci e setosi e la parete diventerà piacevolmente uniforme.

 

Una volta fatto ciò, la parete deve essere trattata con una mano di isolante. Tutto ciò per creare una pellicola protettiva e nascondere così le striature del carteggio e delle giunture con nastro adesivo, che diventerà un ottimo impregnante per la vernice. In questo modo si eviterà di fare più di due passate che altrimenti sarebbero necessarie in seguito all’alto assorbimento dei pannelli, ottenendo così un notevole risparmio di vernice. A questo punto, un bravo imbianchino come Easyprof sa bene come procedere, scegliendo tra una verniciatura a pennello, a rullo o con compressore. Il compressore è il sistema più veloce ed efficace ma non è sempre è quello più utilizzato poiché, mascherine protettive a parte, obbliga a sigillare con nastro adesivo porte e finestre.

 

I metodi maggiormente usati sono i sistemi di verniciatura tradizionali a pennello, che sono l’ideale per dare due mani di pittura, ed ottenere risultati soddisfacenti e sicuramente più puliti. Un altro metodo più veloce e comodo rispetto al primo per pitturare il cartongesso, è certamente quello di ricorrere al rullo. Infatti l’utilizzo del rullo è un’ottima scelta perché è possibile utilizzarlo anche da altezze maggiori, addirittura dal pavimento o con l’ausilio di specifiche prolunghe, e questo è ottimo in termini di comodità.Per quanto concerne il tipo di vernice da utilizzare, per tinteggiare le pareti in cartongesso si hanno molte opzioni. Infatti è possibile scegliere una vernice liscia che è la più popolare anche perché è più facile da ritoccare e non lascia segni. Oppure si può optare per una finitura grezza o una che riproduce una laccatura. Le finiture altamente lucide sono quelle più facili da pulire, ed è per questo motivo che vengono largamente preferite della gente, specialmente per stanze come cucina e bagno.

 

Come avrete intuito,dipingere il cartongesso non è un’operazione assai complicata, ma allo stesso tempo deve essere fatta come si deve. Per questo motivo dovrete sempre affidarvi a dai veri professionisti del settore come Easyprof.