Detrazioni fiscali tinteggiatura

Detrazioni fiscali tinteggiatura

Detrazioni fiscali tinteggiatura casa: quando se ne ha diritto

Quando si decide di tinteggiare casa, è possibile beneficiare di alcune detrazioni fiscali.

Secondo quanto previsto dalle legge sulle ristrutturazioni edilizie, oppure in materia di risparmio energetico. Con la detrazione si può ottenere un consistente risparmio sull’ammontare di tasse da pagare.

Tuttavia è necessario chiarire quando e come la detrazione viene riconosciuta, al fine di non incorrere in illeciti sanzionabili da parte dell’Agenzia delle Entrate.

Detrazioni fiscali tinteggiatura pareti interne

La prima importante distinzione è tra tinteggiatura degli interni di una singola abitazione e tinteggiatura che interessa il condominio.

Nel caso di tinteggiatura delle sole pareti interne, di una singola abitazione (appartamento o villa che sia) l’operazione è considerata manutenzione ordinaria. Pertanto in questo caso, non è riconosciuta nessuna detrazione.

Se si tratta di tinteggiatura interna di elementi condominiali.  Per esìempio il vano delle scale: è possibile vedere riconosciute le detrazioni previste in materia di ristrutturazione edilizia.

Se la tinteggiatura di pareti interne del condominio è necessaria e conseguente ad operazioni più ampie.

Come la realizzazione di nuovi muri, o interventi sull’impianto elettrico, le spese di tinteggiatura sono detraibili. Non solo con riferimento al condominio, ma anche per gli interventi inerenti i singoli appartamenti.

Per fare un esempio, se si interviene sull’impianto elettrico, e di conseguenza è necessario tinteggiare sia pareti condominiali che dei singoli appartamenti, le spese sono sempre detraibili.

L’operazione di base da cui consegue la tinteggiatura deve rientrare tra quelle che beneficiano delle agevolazioni secondo le norme sulla ristrutturazione edilizia.

Detrazioni fiscali tinteggiatura pareti esterne

Anche nel caso di tinteggiatura degli esterni, la legge distingue a seconda che si tratti di singole abitazioni oppure di condomini.

Se si tratta di tinteggiatura delle pareti esterne di un condominio, è sempre concessa detrazione.

Viene compresa nella detrazione anche l’operazione correlata del ponteggio, di solito è la voce di spesa più consistente.

Nel caso di tinteggiatura di pareti esterne di abitazioni singole. Come per esempio le ville, la detrazione è ammessa solo se si modificano i colori e/o i materiali.

Tuttavia è possibile ottenere la detrazione anche se non si sono cambiati materiali e colori, nel caso in cui la tinteggiatura rientri in un’operazione più ampia.

Tinteggiatura e risparmio energetico

Si può ottenere detrazione anche quando la tinteggiatura è un’opera necessaria e conseguente ad interventi, che beneficiano del risparmio energetico.

A seguito di lavori di isolamento termico possono essere necessarie delle operazioni di tinteggiatura del condominio o delle singole unità abitative che possono beneficiare di detrazioni fiscali.

Secondo quanto previsto dalla normativa sul risparmio energetico.Si può beneficiare di detrazione anche nel caso di isolamento delle pareti perimetrali dall’interno.

Detrazioni fiscali fai da te

Potrebbe accadere che invece di rivolgersi ad un imbianchino a Milano. Si opti per dei lavori da eseguirsi in economia. Anche in questo caso è possibile ottenere detrazione, se si rientra in uno dei casi sopra esaminati.

La detrazioni è limitata alle spese sostenute per la pittura, mentre quelle per gli utensili in quanto riutilizzabili non sono soggetti a detrazione.