pittura antifumo

Pittura antifumo: conosciamola da vicino

Non è raro sentire notizie di incendi avvenuti in casa a causa di distrazioni, che a volte possono essere pure fatali per chi vive all’interno di un’abitazione. La causa principale spesso è la distrazione: infatti basta un ferro da stiro acceso, un caricabatteria in corrente, una sigaretta non del tutto spenta, a scatenare un incendio vero e proprio. Purtroppo non è fantascienza ma tutto questo accade realmente e più di quanto si possa immaginare. Possono esserci quindi delle conseguenze anche negli ambienti domestici, con la creazione di fuliggine e di fastidioso fumo derivante dall’incendio. Il fumo infatti tende ad annerire completamente le pareti ed oltre ad essere sgradevole alla vista, si diffonde nell’aria attraverso microparticelle che, se inalate, sono dannose per la salute. Solitamente a seguito di un incendio, tutti i complementi d’arredo e le suppellettili vengono distrutti, mentre le parti strutturali possono essere seriamente danneggiate ma non distrutte del tutto, a seconda dell’entità dell’incendio e del materiale con cui sono state realizzate.

Intervenire con la pittura antifumo

Per risolvere i problemi murali a seguito di un incendio, può essere necessario l’utilizzo di particolari tipi di vernici. Ecco che un bravo imbianchino Milano adotterà la pittura antifumo per risanare gli ambienti interni della casa che sono stati interessati da un incendio, sia esso circoscritto o diffuso. La caratteristica di questo tipo di vernice è quella di essere atossica, oltre ad essere traspirante. Non ha una particolare colorazione, è opaca e isolante oltre ad essere inodore, infatti non rilascia esalazioni fastidiose. Nonostante si tratti di un prodotto atossico per l’uomo, nel momento in cui l’imbianchino Milano provvederà alla sua applicazione, dovrà sempre indossare una mascherina protettiva e dei guanti, proprio per evitare irritazioni di ogni tipo.

Dove applicare la pittura antifumo

La pittura antifumo può essere utilizzata non solo in seguito ad incendi all’interno dell’abitazione, ma anche in zone interne della casa a diretto contatto con sorgenti di fumo. C’è chi sceglie di adottarla in prossimità di camini e fornelli, poiché in queste zone sarà molto probabile la formazione di condensa e fuliggine. Molto spesso la si adotta in zone domestiche dove sono presenti abitualmente delle persone che fumano. Infatti il fumo di sigaretta è uno di quelli che maggiormente può aderire alle pareti. La vernice antifumo può essere anche usata in altri ambienti come bar, cucine, bagni e locali, ovvero quei luoghi in cui le pareti assorbono molto il fumo senza che ci sia, un buon sistema di areazione che possa evitare questo fenomeno. Chi decide di utilizzare la pittura antifumo sa di poter dire finalmente addio a quei fastidiosi episodi di condensa e muffa che possono derivare dal deposito di fumo.